Le più recenti analisi bibliografiche sui temi dei Big Data e degli Analytics fanno emergere un tema sempre più strategico per le aziende: la “data monetization”. Si veda ad esempio il paper Mcinsey “Fueling growth through data monetization” (Josh Gottlieb e Khaled Rifai, novembre 2017): partendo da una survey sui data analytics, il paper evidenzia come le aziende iniziano a trarre valore dagli investimenti in strumenti da analisi dei dati “monetizzando” questi ultimi e trasformandoli in fatturato.

Se da un lato le grandi quantità di dati disponibili cambiano le principali funzioni aziendali (marketing e vendite in primo luogo), dall’altro permettono alle imprese di sviluppare nuove fonti di reddito, attraverso tre modalità:

1) Utilizzare i dati per aggiungere nuovi servizi alle offerte esistenti

2) Sviluppare modelli di business e di offerta completamente nuovi

3) Mettersi in rete con altre aziende, integrando e incrociando i dati dei diversi attori per creare nuove fonti di dati, nuovi data-mart, nuovi business e nuove linee di servizio

Sarebbe interessante condividere esperienze e pratiche di “data monetization” da parte di imprese italiane e lombarde, per capire quali sono i modelli che funzionano e quali sono gli impatti su organizzazione e governance delle aziende, quali sono le soluzioni organizzative che facilitano la “data monetization”, quali competenze servono e quali figure professionali devono/possono occuparsene in azienda.

Contributi e commenti (0)

Nessun elemento presente.

Vuoi vedere altre discussioni?

Per partecipare attivamente è necessario farsi riconoscere, accedi o registrati anche con i tuoi account social.